Approfondimento 1: Espressioni del viso manga

Eccoci ragazzi, ho in serbo per voi una lezione specialissima!

Domenica abbiamo finito i tutorial tecnici riguardanti il viso, ossia tutte quelle cosette good to know per facilitarci la composizione di un personaggio…ma vi sarete sicuramente accorti che manca qualcosina…

Sappiamo disegnare i lineamenti, gli occhi, le orecchie e tutto il resto ma mettendoli insieme non vi sembra che la vostra creatura abbia un’espressione vacua, spenta, anonima?

Ed ecco di cosa parleremo in questa lezione-e-mezzo: le principali espressioni facciali.

Corso di manga online: espressioni del viso

Sono, come sempre i dettagli a fare la differenza, vedrete che non è affatto difficile differenziare le espressioni, basterà modificare qualcosina qui e lì e potremo vedere tutte le svariate possibilità che il manga offre nel campo delle espressioni: non esistono limiti né esagerazioni!!

Inoltre basterà focalizzare quali sono le parti del viso che lavorano insieme e potremo creare di tutto.

Nei giorni passati vi ho chiesto, sulla pagina di FB quali fossero le espressioni che meglio caratterizzano il manga e oggi vi mostrerò ciò che avete scelto ^^.

PERPLESSITA’: Parliamo della perplessità. Beh, sappiamo tutti cosa voglia dire essere perplessi, non c’è bisogno di dare la definizione del dizionario, comunque sia, si è perplessi quando qualcosa ci lascia dubbiosi o non ci ha convinti del tutto.

In linea di massima, le responsabili per questa espressione sono le sopracciglia: il tutto sta nel disegnarne una più alta dell’altra; buona cosa sarebbe aggiungere anche la bocca un po’ “sguincia”, insomma, di lato.

GIOIA: questa è forse l’espressione più ricorrente in assoluto. Possiamo rappresentarla, enfatizzando soprattutto la peculiarità degli occhi grandi dei manga, magari aggiungendo qualche punto luce in in più e disegnando un bel sorriso smagliante.

Tuttavia esiste anche un’altra forma di gioia, che è tipica delle “moekko” (ossia le ragazze dolci e carine): qui gli occhi sono chiusi e tutto si concentra nel sorriso che deve essere più dolce possibile, in questo caso aiuterà l’atmosfera generale che andrete a creare attorno alla vostra moekko.

RABBIA: Un’altra espressione piuttosto comune nei manga, è la rabbia…insomma se vi piacerebbe disegnare battle manga, saper rappresentare la rabbia è un po’ la conditio sine qua non (insomma lo dovete saper fare, non se scappa :D).

Possiamo disegnare persone arrabbiate sia con la bocca chiusa che urlanti, comunque le sopracciglia saranno contratte, “taglienti” e ravvicinate agli occhi, magari disegnate delle “rughe” sopra il naso per aumentare l’impressione dell’ingrugnimento; gli occhi saranno più sottili e puntuti per aumentare l’effetto di rabbia ^^.

SORPRESA/STUPORE: Sembreranno la stessa cosa ma in realtà non lo sono affatto! La differenza è piuttosto sottile e le due espressioni hanno più o meno le stesse peculiarità: occhi spalancati e iride rimpicciolita, sopracciglia alzate.

La differenza tra le due può essere resa con la grandezza della bocca. Solitamente esprime sorpresa una bocca socchiusa o, comunque, aperta ma non spalancata, indice invece di vero e proprio stupore.
In questo caso il super deformed aiuta ad accentuare la differenza tra le due espressioni.

TRISTEZZA/DISPERAZIONE: Queste due espressioni sono spesso sequenziali, partiamo dalla prima fase che è la tristezza.

Qui, le sopracciglia sono increspate e tendenti verso l’alto, gli occhi leggermente più piccoli (o con i contorni più spessi) con la parte inferiore leggermente curva verso l’alto e le iridi grandi e lacrimose. La bocca curva verso il basso, può essere socchiusa o chiusa.
La disperazione invece parte dalla base comune delle sopracciglia, per il resto credo sia molto convincente disegnare gli occhi chiusi e la bocca spalancata con gli angoli curvi verso il basso ( se invece la facessimo semplicemente aperta e magari mettessimo delle belle guance arrossate, avremmo l’espressione perfetta da disegnare per una dichiarazione d’amore improvvisa).

Lacrime e rossore sulle guance completeranno il tutto.

SODDISFAZIONE: Questa può essere molto carina da disegnare. Diciamo che in linea di massima, dato che la soddisfazione è una cosa molto personale, possiamo rappresentarla in due modi un po’ chibi.

Il primo è molto moe, adatto a una scena tenera, quindi disegniamo il nostro modello/a con gli occhi chiusi e le sopracciglia ben alzate, due belle guance rosse e in gran sorriso tenero.

Il secondo, come dire, è un po’ più sornione, ci ispireremo a quelle facce furbe che fanno i gatti a volte ^^.

Le sopracciglia in questo caso, saranno leggermente curve con l’angolo interno verso il basso, ma comunque non dritte, gli occhi seguiranno un po’ la forma delle sopracciglia e avranno un aspetto felino così come la bocca che sarà un po’ più larga del solito, per disegnarla facilmente ti basterà fare una specie di W con gli angoli tondi; magari un bel dentino appuntito renderà il tutto più simpatico ^^.

In linea di massima questo è tutto, certo come dicevamo all’inizio il manga offre innumerevoli soluzioni, e questa è solo una minima parte! Quindi se hai qualche domanda o vuoi vedere qualcos’altro non hai da fare che chiedere!

La prossima lezione è da non perdere ragazzi, finalmente arriva il tutorial sulle mani!! Fatelo sapere in giro, mi raccomando!

Nel frattempo, per favore, condividi questo tutorial sui social e fra gli amici e se hai un dubbio o una domanda, commenta pure qui sotto!

26 pensieri riguardo “Approfondimento 1: Espressioni del viso manga”

  1. ciao mi e’ piaciuta molto questa lezione ma desidererei che inserissi qualcosa come quando sulla tempia spunta la forma dei nervi in rosso l’hai presente? XD non so come spiegarlo meglioXD

  2. ciao trovo questo corso molto utile,tu sei bravissima!volevo chiederti se sai fare una di quelle espressioni in cui uno è arrabbiato ,ma ha un’espressione insensibile, spenta,sguardo serio ecc non so se mi spiego.puoi immaginarti una scena in cui un ragazzo sta tirando un pugno e la sua faccia non è arrabbiata ma come ti ho descritto prima???grazie e scusa per i giri di parole

      1. comunque per il disegno dello sguardo insensibile ,me lo invierai per e-mail o metterai la foto sulla tua pagina di fb?ah,e poi vorrei sapere se farai delle lezioni per imaparare a fare lo stesso personaggio perfettamente uguale,perchè io non ci riesco…e poi altre pose dinamiche magari…scusa il disturbo e grazie in anticipo!!ti farò vedere i miei lavoretti!

  3. waaaa!!grazie mille ,mi piacciono molto quelle espressioni quando qualcuno si arrabbia ,fanno più paura!!hahaha io non ci riesco mai….a disegnarle quindi sei la mia salvezza grazie mille!!

  4. Questa parte l’adoro!! 😀
    Scusa per il disturbo, ma potresti fare delle espressioni con delle facce un po’ più simpatiche, tipo come il micino sornione^^ hai presente??
    Non ricordo precisamente come si chiamano, mi pare chibi, una cosa del genere non so se mi sono spiegata XD
    P.S: adoro i tuoi disegni!! 😉
    Bice :)

  5. WOW, ciao, io ho 11 anni, volevo migliorare nei disegni e credevo che i miei fossero già “belli”, ma poi ho visto questi e ho capito che i miei non erano nulla!!
    il sito è davvero bello e chi spiega è davvero fantastica!
    ciao

  6. sei fantastica e adoro i tuoi disegni ho seguito i tuoi tutorial alla lettera e i disegni mi sono venuti veramente bene.Però potresti aiutarmi con delle figure in movimento . GRAZIE IN ANTICIPO CIAOOOOOOOOOOOOO

  7. volevo ringraziarvi per l’aiuto che mi state dando nel disegno dei manga!!! io sono appassionata nel disegno e voglio disegnare tutto quello che fatte . infine grazie e aspetto ke fate dei nuovi disegni!!!!

  8. Ehm… Ciao!
    Innanzitutto, sei bravissima!
    L’occhio della ragazza mi è riuscito perfettamente!
    Poi volevo chiederti: Siccome dovrei disegnare un Inghilterra di Hetalia molto stupito(bacio improvviso datogli dalla mia carissima Claire), potrei sapere come fare l’occhio? E soprattutto, come disegnare un bacio? ^///^ Grazie in anticipo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *